annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Commissioni prelievo

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru

Ciao @vinicio , 

siamo perfettamente concordi che tutti, compresi gli autonomi ed i dipendenti con secondo lavoro, debbano pagare le tasse ed anche io chiedo sempre scontrino o fattura. Le mie domand però sono altre:

- chi deve pagare il costo delle transazioni (2-3%) se l'esercente è obbligato dallo Stato ad avere il pos ed accettare carte? 

- se un esercente emette lo scontrino (quindi paga le tasse) ma non accetta le carte è da discriminare?

P.s. tutti sono già obbligati ad avere il pos (dal 2014)

REXLEX

REXLEX

Guru

@MIRKOSARA tu cosa rispondi alle domande che poni ?  

 

ps : la prima domanda mi ricorda 'chi paga il costo del tampone che serve per avere il green pass che il Governo ( che ci rappresenta ) impone per accedere a luoghi ed attività ?'.

Oppure 'chi paga il costo della patente che lo Stato impone per guidare ?' , oppure...etc etc 

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru

Ciao @REXLEX , 

ti dico come la vedo io anche se intuibile dai ragionamenti precedentemente enunciati:

 

l'art. 41 della costituzione prevede che: "L'iniziativa economica privata è libera" significa (anche) organizzata come meglio ritenuto dall'imprenditore che, in teoria, potrebbe ben decidere di non impiantare il pos, non accettare le carte e non pagare il costo delle transazioni.

Lo Stato ritiene tuttavia necessario, per interesse pubblico, incentivare l'utilizzo dei sistemi elettronici di pagamento ed emana un provvedimento che limita tale facoltà. Benissimo e (quasi) legittimo ma a mio parere dovrebbe sopportarne gli oneri senza trasferirli sull'impresa. Trasferendoli infatti determina di fatto una "imposta occulta" ovvero un impoverimento dell'impresa di fatto inconciliabile con il principio di capacità contributiva. L'impresa viene costretta  a dover corrispondere ad un soggetto privato (banca) una parte che può essere importante del proprio fatturato (2-3% ma può arrivare anche al 5 per alcuni circuiti di carta). Non è formalmente una imposta (quindi teoricamente non cassabile dalla Corte costituzionale) ma si comporta come tale e, peraltro, non è progressiva: premia tendenzialmente  chi ha una maggiore capacità contributiva che, gestendo più transazioni, può ottenere migliori condizioni contrattuali dal gestore del pos.

A mio parere la situazione è estremamente diversa dal costo del green pass: in tale circostanza infatti il cittadino ha la possibilità di vaccinarsi gratuitamente ed ottenere la certificazione. Se ritiene di non servirsi di tale sistema è corretto che paghi i costi del tamponi (e probabilmente anche quello delle spese mediche in caso di successiva infezione ma meglio non spingersi oltre).

Il caso della patente è ancora diverso: per l'ottenimento non paghi un'imposta bensì una tassa: cioè il corrispettivo di una prestazione resa dalla pubblica amministrazione che dovrebbe coprire i costi dell'Ingegnere che ti esamina, della stampa del supporto etc. Peraltro nessuno ti obbliga a prenderla.

 

Quanto alla seconda domanda: c'è una normativa che impone l'obbligo di avere il pos e ritengo giusto ovviamente che venga rispettata. Così come strutturata la ritengo poco equa e pertanto di mio non discrimino chi non accetta la mia carta a patto che emetta scontrino o ricevuta fiscale.

 

Ti ho detto come la penso io ma sono molto interessato alla tua risposta  che ancora non mi hai datoSmiley Molto-felice

REXLEX

REXLEX

Guru

@MIRKOSARAnon si può avere opinioni su tutto anzi diffido dai tuttologhi. 

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru

vero @REXLEX , tuttavia ho l'impressione che una opinione su queste cose tu l'avessi (anche pensando a scritti pregressi). Mi interessava capire se fossi riuscito a darti spunti di rilflessione che potessero farti vedere le cose da un altro punto di vista. Prendo atto che non vuoi sottoporti alle mie provocazioni. Fa nulla.

Alla prossima

vinicio

vinicio

Specialista

In tutti gli stati europei i commercianti o imprenditori pagano una commissione con transazioni tramito pos !

Tutto è trattabile..... più operazioni fanno e meno sono le spese...... chi lo usa poco in genere paga di più .....

da quanto mi risulta !

Cosa pretendono che sia gratis ?

vinicio

vinicio

Specialista

le spese sulle transazioni pos .... oggi in gran parte sono deducibili dalle tasse.... e perciò è ora di finirla con il fatto che ci rimettono.....

Pena non mi fanno.

Da tempo scelgo sempre di più attività che accettano pagamenti con carta e sempre meno chi non le accetta.....!!!!

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru
Buonasera @vinicio, rispetto il tuo parere tuttavia ti faccio presente alcune cose:
1) nella maggior parte degli altri paesi il pos non è obbligatorio.
2) non sempre le commissioni sono deducibili dal reddito (non dalle tasse). Per gli esercenti più piccoli(quelli in regime forfettario) non sono direttamente detratti
3) puoi contrattare le commissioni a patto di essere di dimensioni tali da avere un transato importante. Se sei piccolo e magari non hai un ottimo rating è tutto un altro discorso.
4) infine scusami ma se l'esercente rilascia lo scontrino e quindi paga le tasse quale è il problema fiscale?
Gabriele

Gabriele

Guru

@MIRKOSARA 

come immagino saprai già è di oggi questa notizia ANSA, ovvero <<Dl Recovery: verso multe per chi non accetta bancomat>>.

Nello specifico, l'emendamento propone <<una sanzione di minimo 30 euro - aumentata del 4% del valore della transazione per la quale sia stata rifiutata l'accettazione del pagamento - per tutti i soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, che non accetteranno i pagamenti elettronici.>>

 

Siamo in Italia, dove il buonsenso passa per Legge, ma le spese passano dal Corrente dei Soggetti di cui sopra...

 
 
MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru
Purtroppo è proprio così @gabriele😞

Tutorial

Sondaggi

Quale argomento ti piacerebbe per la prossima guida?