236783membri
147589post
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Sospensione carta di credito - ING non risolve

Buongiorno, nella speranza che qualcuno della ING legga quello che si scrive vorrei proporre a chi compete(ING) perché non invia una notifica quando si va in rosso sul CC fino ad una cifra xx avvisando di fare un giroconto entro 24 ore e non incorrere nel blocco carta di credito? Oppure prevedere con l'avallo del cliente ad un giroconto automatico di importo programmato? Tutto questo visto che non sono in grado a quanto sembra di riattivare la carta in tempi brevi?

Ritengo che un pò di comprensione da parte della banca non guasta mai (buon senso no?)

In questi tempi ci sono molte persone che per svariati motivi (bollette e oneri compresi) vanno in rosso

o per valuta o per accrediti fatti il giorno dopo........per valuta o altro !!!

A volte basta poco tendere una mano se lo si vuole !!!

Ciao a tutti,
intervengo in questa conversazione per informarvi che la riattivazione della carta di credito sospesa per sconfino verrà effettuata quanto prima, purchè sia stato riportato in positivo il saldo del conto corrente e, nel caso di sconfino reiterato, sia stato effettuato anche l’accredito dello stipendio o della pensione.


@zaamus2nd e @vinicio ho letto i vostri suggerimenti. Considerate comunque che per contratto occorre mettere a disposizione sul conto corrente entro il 10 del mese l'importo necessario a coprire l'addebito della carta di credito, che in assenza di fido, può determinare lo sconfino del conto e la sospensione della carta.

 

Buon pomeriggio,

AnnaMaria_ING

anch'io ho lo stesso problema...l'assistenza clienti mi ha riferito di un guasto tecnico , ma francamente ci credo poco

Tutto giustissimo, se non ricordo male la banca invia anche un promemoria su questo prima che ci sia l'addebito delle spese di carta di credito. Resto però della mia idea: Quando la disponibilità sul conto corrente risulta inferiore al prossimo addebito della Carta di credito in automatico il sistema e la Banca dovrebbe provvedere "cortesemente" ad avvisare il cliente della palese anomalia e del rischio che corre, visto che poi il ripristino della carta è difficoltoso per gli ovvi motivi della banca che però potrebbero non essere graditi dal cliente che si trova a non poter utilizzare un mezzo di pagamento pur avendo assolto all'obbligo del ripristino delle giacenze. Se il sistema informatico che la banca usa non funziona come si deve e accadono questi inconvenienti perchè deve oagare sempre il cliente?

non sono d'accordo.

 

Già la banca manda un promemoria sull'addebito della carta di credito, solitamente 1 o 2 giorni prima dell'addebito, uno può anche andare a vedere e controllare la propria situazione, e in caso rimediare in tempo..

 

Ritengo che ogni proprietario di conto corrente e carta debba sapersi gestire le spese e tenere d'occhio le proprie entrate e uscite, e il proprio saldo. La banca non è un amministratore di sostegno. 

Sono cose personali, non della banca, la banca non è tenuta a tenere i conti del nostro conto ( che giochi di parole Smiley Felice )

 

si sa che al 10 del mese avviene l'addebito, e la banca ne manda l'email memo prima. Si accede al conto, si controlla l'ammontare delle spese, si controlla il saldo del conto, si controllano eventuali addebiti bollette con le rispettive date, e si valuta se serve il reintegro di liquidità o meno.

 

Se non si è capaci di fare ciò, è meglio tornare ad usare solo i contanti, anche per le bollette, pagandole in posta con bollettino. Perchè coi contanti si che si vede il portafoglio che si svuota, e la velocità con cui lo fa..e una volta finiti i soldi, banconote e monetine,  non si può "andare in rosso" . Ma se si usa il conto corrente con le relative carte, bisogna esserne responsabili e consapevoli.

 

Non essere capaci di gestire i propri conti e i propri soldi denota una immaturità ed una mancanza di responsabilità, oltre ad una eccessiva leggerezza.

 

questo ovvio se non sono insorti problemi emergenziali veri.

 

è un mio parere personale, rivolto in generale

Ciao a tutti,

 

Posso finalmente aggiorarvi: la mia carta é stata riabilitata la sera del giorno 8 Novembre, quindi dopo piú di una settimana dalla sua sospensione (e quindi 2 settimane dopo che il mio conto é tornato positivo).

Alla mia ennesima chiamata per avere un aggiornamento dal servizio clienti ING mi hanno informato della presenza di un disguido tecnico che avrebbe impattato altre carte allo stesso modo.

 

Mi accodo a chi suggerisce una notifica in caso di sconfinamento (o meglio ancora, una soglia che posso personalizzare) - credo che sarebbe d'aiuto per evitare di trovarsi queste situazioni e tenere sotto controllo il cc.

@Lallablu, concordo pienamente con il tuo pensiero e mi piace il carattere che denoti (Cuore, scusa se ti ho definita "cinica", ma per me è un complimento...)

 

Ho letto di richieste di <<comprensione da parte della banca>>, di <<notifica quando si va in rosso sul CC>> ed altre inerenti ad un'azione preventiva o bonaria da parte di un Istituto il cui primo ed unico fine sia il lucro!

 

Di questo passo mi aspetto anche la richiesta di una freccia che indichi il verso con cui strisciare "allegramente" la Carta che poi non si riuscirà a pagare (e mo' sembro @Massimo58 Smiley LOL)

 

Sono comunque felice che il problema di @mylegshurt (ed altri) si sia risolto, ringraziando per aver postato il promesso aggiornamento.

Peccato che l'anomalia sia stata causata da un ennesimo bug di ING...

Sono perfettamente d’accordo anch’io con @Lallablu e @Gabriele. È responsabilità del cliente gestire e tenere monitorata la propria situazione economica sul conto corrente. Non è facoltà della Banca mostrare comprensione verso lo sconfinamento a causa di mancanza di disponibilità sul conto corrente. Di suo, risulta essere una violazione contrattuale non avere disponibilità sul conto per pagare l’estratto conto relativo alla carta di credito, soldi che la banca anticipa per te e che giustamente vuole indietro alla data prestabilita (in questo caso il 10 del mese). Si dovrebbe invece apprezzare che la Banca conceda “3 dimenticanze”, prima di chiedere nuovamente la valutazione del merito creditizio e il rispetto dei pre requisiti, oltre a non lasciare eventualmente tracce negative nelle banche dati come CRIF, CTC, Experian ecc…

@anto0071970 

 

leggiti sto topic.. c'è anche il gentile aggiornamento dell'autore.