annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Assegno protestato...come risolvere!!!!!

Tarta82

Tarta82

Matricola

Buongioirno,

- in data 02/10 stacco assegno per saldare un fornitore

- in data 03/10 il fornitore mi chiama dicendomi che l'assegno è scoperto; mi ero dimenticato di girare isoldi da Conto Arancio al Conto Corrente Arancio; immediatamente faccio il giro conto e contatto il servizio clienti.Il servizio clienti mi dice che se non vogio risultare al CAI devo pagare un plus del 10% dell'importo dell'assegno, do l'ok e dico al fornitore che può incassare l'assegno.

- in data 07/10 vedo l'assegno addebitato dell'importo + 10% per non risultare al CAI

 

Ho fatto richiesta di un finanaimento nella stessa banca dove ho il mutto ma questo mi viene rifiutato per il fatto di Ottobre sopra riportato!!! Ho contattato il servizio clienti che mi dice che il plus pagato ovvimaente non mi fa risultare al CAi ma risulto un cattivo pagatore e per 5 anni non posso richiedere finanziamenti!!!! E' veritiera la cosa?

Come posso risolvere questo grossissimo problema nei miei confronti?

6 RISPOSTE 6
MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru

@Tarta82 , devi verificare se il tuo nominativo è presente in banca dati protesti (diverso dal cai) tenuto dalle camere di commercio (puoi ottenere l'informazione tramite una semplice visura in cciaa..

Se così fosse dovrai ottenere la riabilitazione (istruzioni puoi trovarle su: http://www.tribunale.torino.giustizia.it/it/Content/Index/27265).

Fin quando non ottieni il decreto del tribunale puoi chiedere l'annotazione dell'avvenuto pagamento  sul registro della cciaa:

DOMANDA DI ANNOTAZIONE DI PAGAMENTO
Il debitore che esegua il pagamento della cambiale o del vaglia cambiario oltre il termine di 12 mesi dalla levata del protesto può chiedere l´annotazione sul registro dell´avvenuto pagamento di protesti di assegni e cambiali.
Analoga annotazione può essere fatta per registrare l'avvenuto pagamento di assegni (bancari o postali) entro i 12 mesi dalla levata del protesto, nell'attesa che sia decorso l'anno di pubblicazione dalla levata del protesto.

 

Tarta82

Tarta82

Matricola

@MIRKOSARAquindi se ho capito bene devo comunque fare richiesta tramite Ufficio Protesti della Camera di Commercio di Padova; poi visto che l'assegno è stato incassato 4 giorni dopo richiedere che venga scritto che il debito è stato saldato e poi attendere la "riabilitazione"  e cancellazione dal Registro Protesti...giusto?

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru

dunque @Tarta82 ,

- verifica anzituttio se effettivamente il problema che lamenti deriva dall'iscrizione dei un protesto poi, se così fosse:

- per l'annotazione ritengo tu debba rivolgerti alla CCIAA di Milano (luogo ove presumibilmente è stato levato il protesto - è comunque indicato nella visura protesti;

- purtroppo puoi fare richiesta di riabilitazione solo decorso un anno dalla data di avvenuto protesto. Ottenuto il relativo decreto dovrai presentarlo alla camera di commercio presso cui è stato registrato il protesto che provvederà materialmente alla cancellazione. Per ulteriori informazioni o consigli puoi rivolgerti comunque all'ufficio protesti della cciaa  a te più vicina.

Spero di esserti stato utile

stenfabio1

stenfabio1

Matricola

Purtroppo anche io sto vivendo la stessa brutta esperienza con ING, a me è successa la stessa identica cosa che è successa a te! sto anche chiedendo incessamente di richiedere la cancellazione del protesto in quanto pagato immediatamente comprese penali e interessi, nessuno però mi risponde. 

stenfabio1

stenfabio1

Matricola

mi scusi dal link inoltrato sembrerebbe che per richiedere la riabilitazione si debba allegare l'originale del titolo protestato. Come faccio ad averlo se l'assegno è stato incassato e pagato? grazie

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Guru

@stenfabio1 

Se il protesto è recente (da 1/2018), a causa della digitalizzazione delle procedure di versamento degli assegni la cosa dovrebbe funzionare così:

 

* all'atto del mancato pagamento e protesto del titolo la banca trattaria trasmette alla banca negoziatrice una copia del titolo munita del protesto. 

* La banca negoziatrice stampa su richiesta un'unica copia analogica autenticata del titolo che ha la medesima valenza dell'assegno originale.

A mio parere pertanto dovresti richiedere tale documento al prenditore dell'assegno che a sua volta dovrebbe poterlo ricevere dalla sua banca.

Spero che tu riesca a risolvere rapidamente.

Tutorial