annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Beneficiario errato

RISOLTO
mrtokio

mrtokio

Apprendista

buon giorno, sto aspettando un bonifico, so che l'IBAN è corretto ma il beneficiario purtroppo no? lo riceverò ugualmente?

1 SOLUZIONE ACCETTATA

Soluzioni accettate
gabryyy

gabryyy

Specialista
Soluzione

le banche non hanno più l'obbligo di effettuare il match tra l'iban e il nome del destinatario, quindi se in un bonifico l'iban è corretto il bonifico viene eseguito anche se il destinatario non è lo stesso. 

 

 

Dal Sole 24 :

occhio all'iban, fa fede rispetto al nominativo.
Quando si invia un bonifico occorre prestare attenzione soprattutto nell'inserimento dell'Iban. Questo perché non è più richiesto, affinché il bonifico vada a buon fine, che i dati anagrafici inseriti corrispondano all'Iban, ma fa fede solo quest'ultimo. E se corrisponde a un conto corrente, bisogna annullare il bonifico entro i termini previsti dalla banca. Ma quando è già partito occorre rivolgersi a un legale.

Visualizza soluzione nel messaggio originale

10 RISPOSTE 10
Gabriele

Gabriele

Guru

Un bonifico in Area SEPA effettuato stamane lo vedrai domani, in giornata.

Se non vi è identità tra IBAN ed intestario il Sistema potrebbe respingerlo al mittente.

Prima di domani è difficile, da Cliente come te, darti una risposta esatta.

Magari l'Amico desaparecido @gab16

gabryyy

gabryyy

Specialista
Soluzione

le banche non hanno più l'obbligo di effettuare il match tra l'iban e il nome del destinatario, quindi se in un bonifico l'iban è corretto il bonifico viene eseguito anche se il destinatario non è lo stesso. 

 

 

Dal Sole 24 :

occhio all'iban, fa fede rispetto al nominativo.
Quando si invia un bonifico occorre prestare attenzione soprattutto nell'inserimento dell'Iban. Questo perché non è più richiesto, affinché il bonifico vada a buon fine, che i dati anagrafici inseriti corrispondano all'Iban, ma fa fede solo quest'ultimo. E se corrisponde a un conto corrente, bisogna annullare il bonifico entro i termini previsti dalla banca. Ma quando è già partito occorre rivolgersi a un legale.

Gabriele

Gabriele

Guru

Ti ringrazio @gabryyy di aver contribuito alla mia cultura bancaria.

 

Mi ero infatti espresso col beneficio del dubbio perchè ho sempre indicato l'intestazione richiestami, senza mai preoccuparmi dell'eventuale presenza di un secondo nome o di un cointestatario.

O della veridicità dell'intestazione indicata.

 

Diciamo che il fare fede dell'IBAN lo davo per certo, come, però, anche certi bizantinismi bancari che tu hai fugato.

gabryyy

gabryyy

Specialista

grazie mille @Gabriele 

 

buona serata 

gab16

gab16

Guru

@Gabriele.... rieccomi, Amico mio! Gabriele chiama ed il 'desaparecido'.... risponde.... A parte lo scherzo, ottima la risposta data da @gabryyy per @mrtokio.....

Infatti, nell'impostare un bonifico, bisogna fare ben attenzione all'IBAN che fa fede sulle reali intenzioni.... una discrepanza con la dizione beneficiario, non blocca il bonifico, almeno nel 'sistema interbancario usuale'..... Speriamo bene, per ING.....

Un saluto a tutti gli intervenuti. 

gabryyy

gabryyy

Specialista

ciao @gab16 un saluto anche a te : )

AntoL

AntoL

Apprendista
 
AntoL

AntoL

Apprendista

A dir il vero le cose non funzionano proprio così e questa mi sembra una risposta da Ponzio Pilato. Se il beneficiario è corretto ma l'iban è errato la banca dovrebbe fornire assistenza al cliente. Dunque, se è trascorso il tempo per annullare il bonifico e l'operazione è partita il bonifico arriva al "Falso" beneficiario. Se l'errore viene segnalato , la banca di partenza dovrebbe contattare la banca d'arrivo , la quale contattando e spiegando l'errore al finto beneficiario, chiede il consenso al recupero e la somma torna al c.c. d'origine. Una banca seria dovrebbe provvedere all'assistenza del cliente. Tuttavia se il "Finto" beneficiario " non accetta la restituzione , ci si deve rivolgere ad un legale per arricchimento indebito. Purtroppo conosco  questa questione a mie spese . Dunque  mio marito e mia cognata, emettono un bonifico ad una persona presente nella lista dei beneficiari, ma a causa di un errore del sistema i dati della lista si incrociano- nome corretto , iban di altro- Dopo giorni, la vera beneficiaria non ha ricevuto nulla. Controlliamo e scopriamo l'errore. Ci rechiamo alla filiale di Padova, dove l'impiegato ci suggerisce di chiedere uno storno dell'operazione e attendere il rimborso dopo una settimana. Fiduciosi aspettiamo. Ma non arriva nulla.  Telefoniamo al call cener e ci viene detto che l'operazione da fare era il Richiamo del bonifico. Anche qui attendiamo un paio di giorni, ma niente. Ritelefoniamo e scopriamo che nessuna segnalazione è stata fatta, anzi dicono che i termini sono scaduti!  Allibiti ed arrabbiati chiediamo di parlare con qualcuno più esperto. Bene una signora ci dice che vedrà cosa fare, che prima la cosa non era chiara e promette di occuparsene. L'altra sera richiamiamo il call center e l'operatore ci informa che nella nostra pratica vede un codice ma non sa a che cosa corrisponda. 

Ora io sono molto sfiduciata in quanto nulla è stato fatto e i molti di ING  con cui abbiamo parlato non solo non ci hanno dato assistenza , ma ci hanno solo fatto confusione senza muovere un dito. Io non so molto di banche, faccio un altro lavoro. Ora mi sono informata , ma temo che dovremo rivolgerci ad un legale. Mio marito, più ottimista di me, pensa  che potrà recuperare la somma. Ciò che mi dispiace è aver consigliato ING ai miei famigliari. Ma anni fa non era così.  

Gabriele

Gabriele

Guru

Gentile @AntoL

il succo della situazione sta nella tua chiusa <<anni fa (ING) non era così>>.

 

So di esperienze del genere, fortunatamente non a livello personale, ma in cui l'IBAN su cui partì il bonifico era sbagliato e, come già detto in questo blocco di commenti, non c'è più il controllo incrociato tra coordinate del Conte e nominativo dell'intestatario, pertanto se distrattamente un bipede mediosenziente inverte qualche numero o lo sbaglia proprio, il patatrac è fatto.

Si dovette procedere con la denuncia ai CC.

 

Però, che un Sistema informatico bancario dirotti autonomamente il bonifico impostato dal correntista su di un altro IBAN, questo è preoccupante, al pari delle recenti e molteplici falle rappresentate da molti Clienti.

Ed in questo caso, un'assistenza fattiva e - magari - legale, si potrebbe ritenere essere un obbligo per la Banca

Tutorial