annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

assegno protestato

RISOLTO
Highlighted
Realdioli

Realdioli

Apprendista

Buongiorno, in data 14/5 ho staccato un assegno da un libretto di un CCA che avevo chiuso (ho sbagliato libretto!). Ovviamente ho un altro CCA. 

L’assegno è andato in protesto e il mio nome è stato segnalato al CAI.

Una volta contattato dal creditore (17/5), il quale mi informava che l’assegno era andato impagato, ho sentito il call center di ing il quale mi ha detto solo di provvedere a saldare il mio debito con altro metodo. Ho quindi disposto un bonifico per pagare il creditore (21/5). 

Vengo poi a sapere, da terzi, che il mio nome è iscritto nel CAI e da lì iniziò a capire la dimensione del problema. Scopro che il debito lo avrei dovuto saldare tramite deposito cauzionale con 10% di maggiorazione piu gli oneri vari ma nessuno me lo ha detto. Sono attualmente in attesa di ricevere la raccomandata in cui ing mi restituisce l’assegno protestato e mi inviata a presentare entro 60gg la quietanza liberatoria per la cancellazione dal CAI (che intanto è effettiva e per sei mesi non potrò più emettere assegni!).

Desideravo sapere come devo muovermi in questo momento. Farmi restituire la somma dal creditore e disporre un nuovo pagamento tramite deposito cauzionale? 

Non so casa fare e ringrazio in anticipo chiunque mi possa dare un valido aiuto.

Andrea Dioli

4 RISPOSTE 4
MIRKOSARA

MIRKOSARA

Esperto
Soluzione
Buongiorno, mi dispiace per la disavventura. Per rimediare devi corrispondere al beneficiario dell'assegno una penale del 10% del valore facciale oltre alle spese di insoluto. Dovrai poi richiedere sempre al beneficiario una liberatoria (potrai trov are esempi su internet}. La firma sulla quietanza deve essere autenticata da un Notaio o da funzionario comunale. Ovviamente anche le spese per l'emissione della quietanza dovranno essere rimborsate. Ricevuta la quietanza dovrai trasmetterla alla banca per la cancellazione
MIRKOSARA

MIRKOSARA

Esperto
In alternativa dovresti costituire un deposito cauzionale presso la banca pari al valore del titolo + 10%+spese. La strada non mi sembra percorribile in quanto hai già pagato l'importo facciale dell'assegno. Ps l'assegno non viene reso a te dalla banca ma trasmesso al creditore. Ps2 se oltre l'iscrizione CAI è stato levato protesto dovrai prendere contatto con la camera di commercio del luogo in cui il protesto è stato registrato {immagino Milano) per richiedere la riabilitazione, al fine di non pregiudicare la tua immagine creditizia. Spero di esseri stato utile.
Realdioli

Realdioli

Apprendista

Grazie.

Ho scoperto però che la procedura della pre-revoca (deposito cauzionale+10%+interessi+spese) è stata saltata e il mio nome segnalto direttamente alla CAI in quanto ho emesso un assegno senza permesso (cioè su conto chiuo e non su conto apoerto senza diponibilità).

Quindi a quanto ho capito dovrò solo fare la quientanza liberatoria con il creditore e trasmetterla ad ing.

Poi prob verrò contattato dal prefetto presso cui verrà inviato un rapporto informativo e al quale dovrò rispontere. Spero di non prendere una sanzione....

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Esperto
Non dovrebbero esserci sanzioni (vado a memoria) se il titolo viene pagato nei 68/75 giorni. Maggiori informazioni potrebbe fornirle @gab16 Date le sue specifiche competenze professionali