Modifica metodo di autorizzazione delle disposizioni

Gabriele

Gabriele

Guru

Modifica metodo di autorizzazione delle disposizioni

A breve verrà eliminata la modalità mediante Carta dei Codici.

Il Token, come testimoniano innumerevoli post in Bacheca, non è sempre affidabile.

 

Propongo di affiancarlo alla versione via sms dell'OTP, a beneficio di chi non abbia, voglia o possa avere a disposizione cellulari evoluti.

 

Rappresento che una sorta di OTP, modalità usata da altre Banche, è rappresentata dal "codice sicuro" già inviato da ING come livello supplementare di sicurezza dopo le storiche "terne"

32 Commenti
Andrea_B

Andrea_B

Apprendista

concordo pienamente, non ho lo smartphone e anche se lo avessi non vorrei installare nulla che abbia a che fare con la banca, un semplice sms con un codice operativo generato on the fly è la cosa più facile e utilizzabile da tutti

scrivente

scrivente

Apprendista

Non penso che rimarrei tra i clienti di una banca che mi obbliga ad avere uno smartphone.

Vecchietto

Vecchietto

Apprendista

Concordo, non ho uno smartphone e non ho intenzione di acquistarlo solo per poter fare bonifici, la soluzione proposta mi sembra idonea a garantire il livello di sicurezza richiestoo

MarioRosini

MarioRosini

Apprendista

Il mezzo più sicuro è la "carta dei codici di servizio" che consente, inoltre, di essere svincolati dall'utilizzo di un unico device, diversamente da "sto picchio de token" che funziona (dopo aver fatto i debiti scongiuri sull'efficienza del software e dell'hard) solo da smartphone.

Non c'è proprio alcuna necessità, sia di legge sia meramente funzionale, di introdurre il ricorso all'app per la validazione delle nostre disposizioni.

Ovviamente credo di ben conoscere le ragioni di questa "frenesia progressista" ma, per evitare conseguenze civili e penali, mi guarderò bene dall'esporre in pubblico le mie opinioni.

Quest'anno la nostra banca ci ha "obbligato" ad abbandonare la nostra cara, vecchia VISA per "ammollarci" questa benedetta-ma-non-richiesta Mastercard, ora stringe il cerchio imponendoci (per sua esclusiva e contestabilissima scelta) l'uso dello smartphone! Saremo costretti a capitolare o potremmo, forse, coalizzarci e costringere chi di dovere ad una retromarcia?

MarioRosini

MarioRosini

Apprendista

E, di grazia, quale sarebbe il vantaggio economico tra l'uso di un "GSM old-fashioned" o di uno "Smart"? A me sembra solo che ci sia un filo invisibile che collega le banche ai gestori telefonici ed ai proprietari degli algoritmi che spopolano in rete.

Gabriele

Gabriele

Guru

Ciao @MarioRosini e grazie di aver partecipato alla mia proposta.

 

Peccato per quel <<... quale sarebbe il vantaggio economico tra l'uso di un "GSM old-fashioned" o di uno "Smart"?>> Smiley Triste, dopo il tuo primo commento la mia impressione di te era stata differente....

 

Il vantaggio economco non so, se non per il fatto che tutto sia monetizzabile, ma di certo il *non* avere tutto vincolato ad un unico dispositivo + applicazione ad esso (semi)indissolubilmente legato lo trovo molto più interessante: quando lavai con i pantaloni il mio gsm (Smiley LOL), tolte le due schede, dovetti solo acquistarne a 29,99 euro un altro e fui operativo dopo due ore (il negozio riapriva alle 15:00) Smiley Lingua

Solo per fare un esempio, spero limite (Smiley LOL) delle differenze operative.

 

eprom

eprom

Apprendista

ma un generatore di codici come fornito da tante altre banche ( a pagamento) e in più conferma codice inviato via sms non è sufficiente ? scelgono sempre la via più complicata per gli utenti,.la nuova carta che bisogna inserire il pin,prima firmavi e avevi fatto.sembra più un bancomat che una carta di credito

eprom

eprom

Apprendista

che stiano cercando di sfoltire il pacchetto clienti ?

riflesso

riflesso

Apprendista

Ottima proposta.

MarioRosini

MarioRosini

Apprendista

@GabrieleMi dolgo di non essere stato chiaro sulle mie preferenze riguardo ai device di telefonia e provvedo a chiarire: sono contrario all'uso dell'app da smartphone e, inoltre, non capisco perchè un prodotto equivalente non sia stato previsto per il PC.

Come già scritto l'uso della "carta dei codici" assolve ogni ns. esigenza di sicurezza delle transazioni effettuate per via telematica con l'istituto.

Aggiungo in "off topic", per chi non ne avesse già avuto contezza, che l'uso on line della nuova Mastercard prescinde dall'uso del tanto decantato pin! Ma lì la sicurezza, proprio nell'uso dello strumento più fragile, non serve? Cosa ne pensi?