annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

COSTI CONTO ARANCIO

RISOLTO
classeb80

classeb80

Apprendista

Finalmente ho aperto il conto deposito arancio. L'unico motivo per il quale l'ho aperto e' quello di non pagare IDB ne' sul CCA ne' tantomeno sul CA. Ora...sul CA andranno non piu' di 8.000€,mentre sul CCA siamo sui 2.000€. Non mi interessa nulla degli interessi,che tra l'altro sarebbero tassati del 26%. Mi interessa solo non pagare IDB. Vale ancora il giochetto del passaggio degli 8.000€ al 30/12 sul CA per non pagare tasse ne' sul CA ne' sul CCA?? Non vorrei che al 31/12 mi ritrovo 10.000€ sul CCA e mi tocca pagare l'IDB trimestrale di 8,55€. Aggiornatemi grazie mille!   

Gabriele

Gabriele

Guru

Ciao @classeb80

contento tu... contenti tutti, si potrebbe scrivere.

 

Premesso che il "giochetto" cui alludi, ancora fattibile, è una mossa elusiva (abuso del diritto) che prima o poi potrebbe essere "attenzionata" dalla competente Agenzia ovvero far cambiare i criteri di assoggettamento all'IDB, quello che veramente mi incuriosisce (e non professionalmente) è la tua affermazione << Non mi interessa nulla degli interessi,che tra l'altro sarebbero tassati del 26% >>.

Nel senso, ti accontenti di un miserrimo rendimento, rischi che prima o poi ti venga chiesto conto delle manovre che effettui a fine anno... per cosa? Non hai un capiente materasso ove depositare 'sti 8000 euro?

Sai che altrove esistono depositi che già di base offrono più del doppio e si fanno carico del'IDB?

Mah...

Highlighted
azbzzz

azbzzz

Apprendista
No non puoi evitare di pagare il bollo se dovuto.
Gabriele

Gabriele

Guru

Ciao @azbzzz,

diciamo che tecnicamente hai ragione, in quanto anche se azzerato prima del 31.12 un deposito sarà assoggettato  all'IDB di solo 1 euro.

@classeb80 credo che interessi ridurre al minimo tale esborso.

classeb80

classeb80

Apprendista

Ciao @Gabriele! Allora non hai capito che a me del rendimento non interessa nulla. A me interessa solo che sui miei risparmi non sia applicata nessuna tassazione. stop. All'epoca quando aprii il CCA lo feci solo perche' non si pagava l'IDB,altrimenti non avrei mai aperto un conto corrente che in citta' non ha filiali,almeno nella mia. Adesso che si paga l'IDB ho dovuto cercare un escamotage per non pagare tasse sui miei risparmi e leggendo la community ho letto del CA e di cio' che si puo' fare...e quindi l'ho aperto. Solo il tempo mi dira' se ho avuto ragione oppure no...spero di aver fatto la mossa giusta. Vedremo al 31/12 che succede. 

Gabriele

Gabriele

Guru

No, perdonami ancora, @classeb80, non è per polemica ma per semplice chiarezza... forse tu non hai capito, quantomeno la mia domanda.

 

Per semplicità schematizzo:

1) se ci si disinteressa del rendimento, a che pro aprire un deposito, meglio un buco nel muro od il classico materasso?

2) almeno altri due depositi gestiti da altrettante Banche offrono di base lo 0,75% e si fanno carico dell'odiosa IDB (pesonalmente ad una di queste gli sarò costato, dal 2012, almeno 1300 euro solo di Imposta...).

3) finché saranno permessi, gli spostamenti di fine dicembre li potresti fare anche da quei depositi...

 

Poi, benchè anagraficamente (se 80 si riferisce a quello) potresti essere mio figlio ma sei pure ben maggiorenne e dotato di indiscussa capacità d'agire, quindi ribadisco l'incipit del mio primo commento, "contento tu, contenti tutti" (ING soprattutto)

Niki

Niki

Apprendista

Ciao a tutti,

anche se a distanza di un anno mi permetto di rispondere ai primi due punti dell'ultimo post per l'attualità dell'argomento trattato:

1) I pro di mettere i soldi in un conto bancario a 0 spese sono sicuramente maggiori dei contro nell'esempio posto, e senza stare a fare troppi esempi, dubito che attraverso il buco nel muro o nel materasso si possano effettuare/ricevere bonifici, farsi accreditare stipendio/pensione, prelevare da qualsiasi atm a costo 0, ecc. Senza contare la sicurezza intrinseca di non tenere denaro in casa.

2) Mi trovi d'accordo, e in un certo senso è come dire a ING di fare altrettanto o nella fattispecie le si fa una cattiva pubblicità.

 

p.s. la domanda di classeb80 la feci un paio di anni fa al call center della banca, il quale mi disse che aprire o mantere un conto Arancio comportava dei costi (non ricordo esattamente i termini). Forse prima c'erano dei costi e adesso non più? A voi risulta?

Gabriele

Gabriele

Guru

Si... @Niki, peccato che il post originario vertesse sul CA - Conto Arancio e NON sul CCA - Conto Corrente Arancio, prodotto che, come spesso scrivo, per un'operatività basica e con il quid pluris della Visa, è indubbiamente valido.

 

I costi a cui ti è stato fatto riferimento sul CA (sempre che tu padroneggi egregiamente la già ambigua nomenclatura che ING ha dei propri prodotti) sono riferibili alle sole forme di tassazione (ritenuta sugli interessi ed IDB) che, salvo la nota "trinità" (promozioni, vincoli ed elusione), manderebbero il capitale in negativo facendo riponderare l'investimento verso un altro concetto "trino": eterobancarietà, consumi e...per piccoli importi, materasso....

 

Circa lo stesso per il CCA, salvo l'assenza della ritenuta del 26% dato che non corrisponde interessi e con l'aggiunta di eventuali costi per sconfinamenti intra ed extra fido od altri servizi a pagamento.

Niki

Niki

Apprendista

@Gabriele, hai ragione a specificare che si riferiva al solo CA, ma in generale è pur sempre scomodo o rischioso tenere molto contante libero per casa, o se ad esempio si ha la necessità di effettuare un bonifico consistente (perché magari non accettata altra forma di pagamento), o se si fa frequente utilizzo di e-commerce. In questi (ed altri) casi la cifra base di 5.000 euro comincia a diventare insufficiente anche per un'operatività base e l'utente della discussione ha giustamente espresso la sua necessità di tenere in banca una cifra più o meno cospicua a 0 spese/tasse (come l'odiosa IDB), e non di guadagnare da investimenti/vincoli di deposito. Se poi la risposta al risparmio in questo senso si traduce in eterobancarietà, consumi, ecc.. bé se ne prenderà atto Smiley Strizza l'occhio

 

Per quanto riguarda i costi che hai menzionato sul CA è molto probabile che tu abbia ragione (sei sicuramente più esperto e ferrato di me), ribadisco che non ricordo bene in quanto è passato diverso tempo.

 

In merito invece alla tassazione di CCA mi pare che sia prevista solo ed esclusivamente l'IDB di 34,20 euro/anno a superamento soglia di 5.000 euro di giacenza media, giusto?

Gabriele

Gabriele

Guru

Ma certo @Niki che il "concetto materasso" è una forzatura!

Il Mercato offre molteplici, sicure e redditizie forme di deposito "alternativo" e con un minimo di previdenza si riesce a trasferire la somma alla bisogna in un giorno lavorativo. Ovviamente in tempo reale tra CA & CCA.

Ma dubito che si abbia sempre l'esigenza immediata di bonificare somme ingenti.

Io venerdì 18 ho fatto il contratto (KM 0), lunedì 21 ho trasferito, martedì 22 e mercoledì 23 effettuato i bonifici ed il 25 pomeriggio sono uscito dalla concessionaria con l'auto per il lavoro. Anche avessi bonificato da una giacenza su C/C il venerdì stesso, sempre quello succesivo sarebbe arrivata l'auto dalla Filiale in cui era.

 

L'IDB sul Corrente, argomento che è stato ampiamente discusso, si applica fino all'importo annuo massimo di € 34,20 ma in "comode rate trimestrali" per ogni suddetto periodo in cui si esuberano gli € 5.000 di giacenza media.

Tecnicamente, sarebbe una variante "economica"