annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Cedola Dividendo Arancio

Kantor

Kantor

Specialista

Ho finito poco fa di parlare con un operatore a cui avevo chiesto il motivo per il quale in un anno di buon andamento finanziario generale e in particolare di aumento del NAV per il fondo in oggetto, la cedola fosse passata da 1,81% a 1,30%.

Risposta dell'operatore. "Non lo sappiamo, sono scelte della banca"

Continuo dicendo che l'unica cosa su cui un cliente si può basare nella scelta di un fondo è l'andamento pregresso del fondo stesso, se invece gli utili sono basati sul capriccio di qualche banchiere tanto vale giocare alla roulette e perlomeno uno si diverte pure di più.

Risata (garbata) dell'operatore che continua a scusarsi dicendo che loro non conoscono i criteri di attribuzione delle cedole.

Che dire? Mi cadono un pò le braccia...

1 RISPOSTA 1
Gabriele

Gabriele

Guru

Ciao @Kantor,

sarebbe bastato che l'operatore, mentre si arrampicava sugli specchi per risponderti, avesse googolato <<criteri stacco dividendi>> ed avrebbe potuto risponderti:

<<<

Il dividendo è quella parte di utile che una società decide di distribuire ai suoi azionisti alla fine di ogni esercizio contabile come remunerazione del capitale investito.

E' l'assemblea ordinaria dei soci che, dopo aver approvato il bilancio, definisce tempi, modi e quantità degli utili da distribuire. L'assemblea decide l'ammontare di utili da distribuire sotto forma di dividendo dopo aver accantonato una quota da destinare a riserva legale e dopo aver trattenuto un'eventuale ulteriore somma da impiegare per reinvestimenti o finalità aziendali.

L'assemblea può anche decidere di non distribuire il dividendo per poter reinvestire gli utili oppure per coprire perdite e debiti accumulati nelle gestioni precedenti.

>>>

 

Forse il quid sta nell'ultimo capoverso.

Probabilmente la soluzione è nell'eterobancarietà.