annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

ETF ( VARIE )

Kantor

Kantor

Specialista

Ciao @REXLEX , pensavo fossi scappato in qualche paradiso fiscale con i proventi dei tuoi investimenti con Ing Smiley Molto-felice A me sembra tutto molto piatto, non vedo spunti interessanti, tu che ne pensi?

REXLEX

REXLEX

Guru

Ciao @Kantor e ben ritrovato . Dopo gli ottimi affari di gennaio e parte di febbraio siamo poi entrati in un periodo di riflusso con un bel 10% di discese suggellato dal Tbond USA a 10 anni che saliva , discorsi sulla reflazione ( quando pensi di conoscerle tutte ne sbuca fuori una variante ! ) e uno stentare nelle campagne di vaccinazione ( che sono ovunque il substrato di qualsiasi considerazione ) . Poi le cose si sono un po' sistemate e lentamente stanno migliorando. Anche nella vecchia Europa con il mercato dell'auto che è tornato a tirare. Ho mollato un attimo il Nasdaq e sono passato più sullo S&P per la rotazione ciclica e un po' di Stoxx50 in Europa. 

I paesi emergenti che all'inizio dell'anno erano dati come molto promettenti si sono un po' afflosciati ma ne ero già uscito a febbraio ( vedi discorso varianti e vaccinazioni ). Sul fronte BTP non mi convince il Futura in emissione il 19 aprile , lo spread è in salita ( l'effetto Draghi non può essere infinito ). Fatti sentire quando vuoi , basta che mi evochi Smiley LOL

 

MrTrinita

MrTrinita

Apprendista

personalmente un ETF UCITS da tenere in considerazione è il Lusso, nello specifico Amundi S&P Global Luxury UCITS ETF EUR (C) ISIN LU1681048630, Ticker GLUX.
il TER 0,25% è in linea con gli ETF del settore e le aziende presenti sono interessanti, naturalmente l esposizione è del 40% su aziende USA.
un buon settoriale da mettere in portafoglio (per me) Smiley Strizza l'occhio

REXLEX

REXLEX

Guru

@Kantor chiedo a te che avrai certo approfondito l'argomento fondi d'investimento ING.

Ne prendo uno a caso : ING DIRECT INFLAZIONE PIU ARANCIO PIU'

Di questo viene indicato che ha delle spese correnti del 1,05% e le sue performance su diversi periodi ( che se apri la scheda non sono le stesse all'interno ma non importa ). 

Questa performance è al netto delle spese correnti o tali spese vanno ancora scalate dalle performance ? 

Grazie

Kantor

Kantor

Specialista

@REXLEX, personalmente non guardo i grafici delle performance, preferisco vedere quelli del NAV associato. L'andamento è lo stesso ma il grafico del NAV mi dà un'indicazione quantitativa più corretta inglobando già tutte le spese del prodotto. A quel punto fare i calcoli è semplice perchè devi fare solo la differenza tra i NAV di vendita e acquisto e sottrarre la gabella del 26%

REXLEX

REXLEX

Guru

@Kantor grazie per la risposta , credo che come lo fai tu lo facciano i più. Credo anche che il NAV sia stato inventato vuoi perché da al volo idea del gain o della perdita del fondo ma anche perché distoglie dai costi e credo che distogliere dai costi sia fondamentale per i gestori di fondi attivi. L'altro giorno scrivevo a proposito del prossimo rendiconto dei costi che l'anno scorso arrivò datato 15 giugno 2020. Immagino che tu l'abbia visto e in esso figurino anche i costi non solo del Trading ma anche degli Investimenti ( in termini assoluti e percentuali ) Me lo confermi ? ( che riguarda anche i fondi intendo )

Kantor

Kantor

Specialista

@REXLEX, te lo confermo

Kantor

Kantor

Specialista

@REXLEXho bisogno della tua consulenza (o di quella di chiunque altro abbia qualcosa da dire in merito). Su un conto non Ing ho delle azioni per le quali mi sono stati assegnati warrants gratis nella misura di 1 ogni 10 azioni. Posso esercitare l'opzione a partire dal 1 giugno. Non ho mai trattato warrants prima e il punto è che al di là dei tecnicismi per fare le varie operazioni che posso imparare dalla documentazione allegata, non mi è chiaro quali sono i parametri che dovrei analizzare per fare una scelta corretta (vendere i warrants, esercitare l'opzione, muovermi subito o aspettare, ...). Hai qualche suggerimento in merito? Grazie

REXLEX

REXLEX

Guru

Ciao @Kantor , l'unico warrant che ho , o che ho mai avuto , è di un'azienda storica ormai scomparsa che fa bella mostra di se in una cornice appesa al muro. Chissà se il proprietario esercitò il diritto o meno ? fece bene o male ? chi lo sà !?

Giustamente oltre ai tecnicismi di cui trovi facilmente ampia letteratura in rete tu volevi avere qualche indicazione sul sentiment in generale di questi prodotti che sono dei derivati. Il termine temporale è molto ravvicinato ( dal 1 di giugno o il primo di giugno ? ) . Io credo che molto dipenda dalla azienda a cui sono relativi e dal suo momento ovvero dalle prospettive. Potrebbe essere interessante poter comprare ( è call immagino ) altre azioni ad un prezzo ora prefissato. 

Diciamo che se stiamo parlando di qualcosa che come valore non ti cambia la vita , sia in un senso che in un altro , potresti vedere come evolve senza venderli per fare una esperienza personale.

A inizio 2019 , quando eravamo relegati in casa e bisognava pur trascorrere il tempo in qualche maniera , io ho fatto un'esperienza con i certificati ( non trattati da ING ) , prodotti che non conoscevo. Ho fatto tre operazioni , nelle prime due ho guadagnato cifre interessanti in una frazione di secondo , con la terza ho perso quanto guadagnato e una parte del capitale ( niente di chè ). Ora di certificates non ne voglio più sentir parlare ( ma non perché ho perso denaro , quello sta nel gioco , ma per il meccanismo con cui si è prodotta la perdita che era lungi da me addirittura immaginare ). 

REXLEX

REXLEX

Guru

Sull'inserto del Sole24 c'è un interessante articolo in cui vengono comparate le performances dei fondi attivi e di ETF del settore biotech. L'articolo sottolinea che solo 2 fondi attivi su 24 sono riusciti a far meglio dell'ETF paragonabile. E questo non stupisce. La novità dell'articolo è nel far risaltare come i fondi attivi ( con spese correnti medie del 1,94% contro lo 0,4% dell'ETF campione ) 'hanno per mesi seguito fedelmente il mercato'  per poi attuare delle strategie realmente attive ma risultate infelici e distruggendo valore'.

In pratica si facevano pagare il 1,94% per fare quello che l'ETF faceva con costi del 0,4% . E quando han voluto dare un segno di esistenza in vita han fatto disastri.

Se non dovessero certificare in che cosa investono si comprerebbero gli ETF tout court , senza sforzarsi di far altro , incassando le spese di gestione senza faticare. 

SuperUsers del mese