239845membri
152576post
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Trasferimento titoli e plusvalenza

Ciao a tutti,

è stata posta una domanda a ING da parte di mio figlio che è correntista.

Aveva acquistato, in asta alla pari con Banca Carige servizio on line,  un BTP Italia, come me, rimborsato recentemente (11/04/2024) alla scadenza.

Fin qui mi direte, tutto normale.

Poi un bel giorno "l'amico" AD di Carige fa quel bel "pacco" ai suoi clienti azionisti e non.

Mio figlio apre conto ING esattamente come me, in un momento differente rispetto al sottoscritto, e trasferisce il titolo (senza variazione d'intestazione, lui era e lui è rimasto), che in quel momento diciamo vale 93,02 (così sostiene ING).

qualche giorno fa il titolo scade e viene rimborsato a 100 con premio fedeltà di 35 € per ogni 10 k€, e voi mi direte: embè dova sta la notizia?

La notizia sta, che ha generato, secondo Giorgia e ING obbedisce, non può farne a meno, 698 € di plusvalenza ogni 10 k€ che tassati al 12,5% diventano 88,37 € di capital gain.

Questo per effetto del fatto che ING ha preso in carico il titolo da Carige che in quel momento valeva 93,02.

Rammento che il titolo in Carige era stato pagato alla pari (100), per effetto del fatto che è stato trasferito ad un valore inferiore, in ING, a 93,02, secondo voi, può generare plusvalenza? Il titolo, in trasferimento non ha anche un prezzo di carico fiscale che storicizza la sua evoluzione?

Chiedo per mio figlio, perchè gli sono stati addebitati da ING 88,37 € di capital gain.

Ma sarà proprio corretto?

Per completezza d'informazione io avevo comprato lo stesso titolo, avevo anche io un conto in Carige che ho chiuso, ed ho trasferito il titolo in ING (senza variazioni d'intestatario esattamente come per mio figlio) ed a me non è stata applicata l'imposta di capital gain, potrebbe essere che quando l'ho trasferito non era a 93,02, ma magari era a 100, 04, per dire, qualcuno di voi potrebbe obiettare

Ma una plusvalenza o una minusvalenza, non si generano solo quando vendi il titolo?

Questo, da ignorante, io sapevo.....

Grazie a quanti vorranno contribuire.

Stefano

5 RISPOSTE 5

@spagani1965 storia lunga e complicata , un motivo ci sarà sicuramente , qualcosa magari che non ha attirato la tua attenzione. Diciamo che questi meccanismi e le loro risultanze sono calcolati in automatico dal sistema ergo difficilmente ci sono errori . Non sono la sbadataggine di un ragionere distratto dal telefono che suona. 

 

Buongiorno Rexlex,

di lungo e complicato in questa storia che ho descritto non mi ci sembra nulla.

La mia attenzione è stata attratta dall'imposta capital gain applicata su una plusvalenza che non c'è. Mi sembra semplice.

Te immagina se ti fosse accaduta la stessa cosa.

Qui si fa una presunzione di plusvalenza nel momento in cui trasferisco il titolo a 93,02 come se invece che essere stato trasferito semplicemente il BTP, fosse stato venduto e ricomprato a prezzo inferiore, allora sì che in quel caso ci sarebbe stata una plusvalenza.

In questo caso a guadagnare su una presunta plusvalenza c'è solo lo Stato italiano.

Ma la plusvalenza di fatto non esiste: titolo comprato in asta a 100, trasferito da un deposito Carige a Ing, quando il prezzo è più basso, senza nessuna negoziazione, vendita o acquisto, portato a scadenza e rimborsato a 100.

Mi spieghi dov'è la plusvalenza?

Ma se un sistema automatico prende un dato sbagliato il calcolo che diamo per scontato esatto, è giusto o sbagliato?

Io cerco di dare una spiegazione logica all'accaduto e diffondere l'esperienza.

Non prenderla sul personale, ma: "un motivo ci sarà sicuramente" non mi sembra una spiegazione densa di contenuti.

Poi che i calcoli siano automatici e non ci sia Fantozzi, distratto dalla signorina Silvani, quello, da ignorante quale sono, lo so persino io.

Ciao

Stefano 

@spagani1965 direi che la spiegazione sia in quanto da te scritto :

Questo per effetto del fatto che ING ha preso in carico il titolo da Carige che in quel momento valeva 93,02.

ING è da quel momento che fa i conti e se rimborsi a 100 scatta il gain. 

Se fosse un'azione sarebbe così e il meccanismo è lo stesso , il fatto che sia un BTP acquistato in collocamento e pagato 100 non rileva. 

 

Bene, questa era una presunzione che anche io avevo fatto ed il conto in realtà torna.

C'è un fatto però: io nello stesso periodo fine 2018 ho aperto il conto ING ed anche io ho trasferito lo stesso titolo per lo stesso importo.

Mio figlio il trasferimento lo ha fatto il 18/9/2018 con valore di mercato a 93,02 io l'ho fatto il 18/12/2018 con valore di mercato a 96,78.

nel mio caso il trasferimento verso ING indica prezzo pari a 100.

Io non ho pagato il capital gain che pure secondo il ragionamento c'era.

Delle due l'una o l'errore è sul mio trasferimento o su quello di mio figlio.

Secondo quello che dici tu sarebbe sul mio trasferimento.

Però ne convieni con me che la plusvalenza su un titolo di stato comprato in asta e portato a scadenza non esiste?

@spagani1965 convengo con te nell'affermazione ' che la plusvalenza su un titolo di stato comprato in asta e portato a scadenza non esiste' solo se il BTP se ne sta nello stesso deposito titoli dove fu allocato al momento dell'acquisto. Se si muove probabilmente tutto salta e la banca dove avviene la liquidazione è intitolata a applicarti l'imposta sul gain. 

Tu quel titolo che gli porti potresti averlo comprato a libero mercato a 93 ed ora lo liquidi a 100 e quindi l'imposta è dovuta. La banca finale non sa la storia del titolo e non è tenuta a saperlo. Sarebbe inoltre interessante sapere se eventuali bonus che tu avresti percepito avendo mantenuto il BTP per tutta la vita li avresti presi o li avresti persi con il cambio di banca. 

Convengo con te , se non c'è qualche accidenti che ci sfugge , che anche tu avresti dovuto pagare l'imposta . Va bene così , dai. In generale ho abbandonato i BTP da tempo perché mi sono accorto che ci si può fare molto male.