annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Attivazione carta di credito

RISOLTO
Telemaco1

Telemaco1

Apprendista

Premetto che sono molto deluso da Ing Direct, al quale ero passato con tanta fiducia e dietro vari consigli. Molte cose non sono andate e poi mi chiedo che banca onlne è se online non si risolve nulla. A parte questo, la goccia che ha fatto traboccare il vaso è la mancata attivazione della Carta Visa Oro per mancanza di requisiti.  Quali siano questi requisiti non si sa. Stando al sito basta o accreditare stipendi e pensioni oppore avere un saldo attuale e negli utlimi 30 giorni di almeno € 3.000. In chat mi rispondono che l'Istituto può decidere di erogare o meno la carta a suo insindacabile giudizio. I criteri non dovrebbero essere oggettivi? O ci affidiamo all'arbitarietà? Qualcuno ha avuto la stessa situazione? SI è risolta? Altrimenti temo che dovrò cambiare istituto bancario, sperando che ce ne sia almeno uno che si basa su criteri di oggettività. Grazie.

1 SOLUZIONE ACCETTATA

Soluzioni accettate
GerardoF

GerardoF

Guru
Soluzione

Ciao @Telemaco1,

in realtà c'è scritto anche nella pagina di presentazione della carta ("Il rilascio della carta di credito è subordinato alla valutazione del merito creditizio da parte della Banca.") oltre che sul contratto, ma sono d'accordo con te sul fatto che dovrebbe essere più chiaro.

Visualizza soluzione nel messaggio originale

38 RISPOSTE 38
Massimo58

Massimo58

Guru

Buongiorno @Telemaco1

E ancora una volta vedo che ci sono persone come e alle quali

sfugge un fatto fondamentale e cioè che una banca e quindi anche

ing direct E' UN'AZIENDA PRIVATA E COME TALE, DAL MOMENTO

CHE CON LA CARTA DI CREDITO CONCEDE  L'USO DI SOLDI SUOI,

ha tutto il diritto di concederli a chi vuole lei e in base ai criteri che vuole lei.

In parole meno delicate ma sicuramente più chiare: tu con i soldi tuoi fai quello

che vuoi tu (li dai a chi vuoi tu, se vuoi tu) LEI CON I SUOI FA QUELLO CHE

VUOLE LEI E NON HA ALCUN OBBLIGO DI SPIEGARE I MOTIVI PER CUI

SCEGLIE DI DARLI A QUESTA O A QUELLA PERSONA O A RIFIUTARLI A

QUESTA O QUELLA PERSONA, COME TE CON I TUOI SOLDI SEI LIBERO DI

PRESTARLI O NON PRESTARLI A QUALCUNO DENZA AVER ALCUN OBBLIGO

di spiegargli i motivo per cui non glieli presti. Semplicemente i soldi sono tuoi e decidi

 tu cosa fare.

Con riferimento ai criteri oggettivi sappi che non esistono criteri oggettivi in quanto,

nel caso della concessione di un credito a mezzo carta di credito, trattasi di relazioni

soggette al diritto privato dove le condizioni possono cambiare ogniaqualvolta una

delle parti lo decida, ovviamente prima di concludere il contratto.

E questo vale per qualsiasi banca di proprietà privata.

Spero che questo mio contributo ti aiuti meglio a capire come rapportarti con una banca.

 

Telemaco1

Telemaco1

Apprendista

Perfetto, la solita risposta burocratica che si appella al diritto e quindi all'arbitarietà. Visto che il rapporto è monodirezionale e non bidirezionale, mi chiedo quale sia il vantaggio di mettere i soldi in banca e soprattutto non scrivano che basta accreditare stipendio o pensione o avere un saldo di almeno 3000 euro ma dicano subito in sede di pubblicità che la concessione della carta di credito è a loro insindacabile giudizio senza alcun criterio oggettivo.  

GerardoF

GerardoF

Guru
Soluzione

Ciao @Telemaco1,

in realtà c'è scritto anche nella pagina di presentazione della carta ("Il rilascio della carta di credito è subordinato alla valutazione del merito creditizio da parte della Banca.") oltre che sul contratto, ma sono d'accordo con te sul fatto che dovrebbe essere più chiaro.

Visualizza soluzione nel messaggio originale

Telemaco1

Telemaco1

Apprendista

Grazie, hai ragione, lo avevo letto anche io, ma merito creditizio è una cosa, insindacabile giudizio è un'altra. Comunque lasciamo perdere, vorrei chiudere il post anche se non so come fare, è del tutto inutile, sono passato da una banca tradizionale ad Ing direct ma ad ora me ne sono pentito.  il diritto dirà pure così ma io sono libero di essere deluso e cambiare banca, se necessario, sperando di trovare qualcosa di meglio.

GerardoF

GerardoF

Guru

Insomma @Telemaco1, il merito creditizio viene deciso dalla banca, non ci sono algoritmi e formule univoche (almeno da noi, negli USA la situazione è diversa), quindi è automaticamente a insindacabile giudizio della stessa. Il post non ha bisogno di chiusura, quindi non c'è bisogno di fare nulla. Sulla libertà di cambiare banca non ci sono dubbi, ci mancherebbe altro...

Telemaco1

Telemaco1

Apprendista

Grazie, la risposta che mi aspettavo. Non so come funziona negli Stati Uniti ma, quindi, qui da noi non esiste un criterio oggettivo ma l'arbitrarietà. Perfetto, questo la dice lunga e chiarisce molte cose. Grazie. 

Gio23

Gio23

Apprendista

Salve, anche io sono rimasto alquanto stupito sul rilascio della CDC da parte di Ing Direct. A me concede un mutuo di 90.000 euro e poi mi chiede di avere i requisiti per la concessione della CDC con un plafond di 1.500 euro. Bho!! forse sono io che non capisco niente di banche.  

Gabriele

Gabriele

Guru

Ciao @Gio23

qui la problematica non è tanto capire di Banche ma farsi conoscere dall'Istituto, condizione che, col rapporto on-line, sia ben diversa da quella con quelli tradizionali.

Da come la descrivi, secondo l'unico metro della matematica, certamente la concessione di un credito di 90.000 contro il diniego di uno di ipotetici 1.500 farebbe creare leciti dubbi, ma, sotto l'ottica del "bancheggio" dovresti considerare che percentuale del valore stimato della casa sia stata concessa e se la rata del mutuo possa essere stata inclusa nel computo del merito creditizio.

gab16

gab16

Guru

@Gabriele buon fine settimana AMICO MIO! Giustele tue osservazioni in merito a @Gio23, adattabili a chiunque si ponesse le stesse domande: cosa c'entra la CDC con la concessione di un Mutuo? NULLA.

Se non copri le spese con la CDC ti bloccano tutta l'operatività del CCA e se non rimetti le cose a posto devono vedere come fare per riprendersi il dovuto.....

Se non paghi le rate del mutuo -garantito da una IPOTECA-, fanno prima, ti levano semplicemente la casa e la vendono all'asta....

Una rata mutuo, NON fa merito rispetto ad una valutazione di 'merito creditizio' inerente una CDC.

Un saluto a tutti.

 

SuperUsers del mese