239719membri
152342post
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Mutuo a tasso fisso rinegoziabile...

Eccomi dopo 5 anni a "rinegoziare" il mutuo a tasso fisso "rinegoziabile"...

dal sito ING:

Che cos’è la rinegoziazione del mutuo?

La rinegoziazione è la modifica di una o più condizioni economiche del proprio contratto di mutuo con la stessa banca che l’ha erogato. Con le condizioni che possono essere rinegoziate rispetto al contratto originario sono:

tipologia di tasso di interesse;
spread;
durata del mutuo.
La rinegoziazione deve essere richiesta alla propria banca ed è soggetta alla valutazione da parte della stessa. In caso di accettazione della richiesta, vengono approvate le nuove condizioni economiche concordate.

 

Non c'è alcuna rinegoziazione, oggetto di contrattazione, le nuove condizioni non sono proposte e negoziate con il cliente, sono imposte con una sola alternativa proposta: la Surroga !!

5 RISPOSTE 5

scusa @Beppe ma non avevi letto il contratto di mutuo prima di sottoscriverlo? 

Comunque la rinegoziazione avviene chiaramente ai tassi vigenti all'epoca in cui questa avviene il che significa che oggi i tassi medi applicati sono molto più alti di quelli di cinque anni fa e, pur avendo la possibilità di contrattuale qualche  decimale sul tasso, dovrai (purtroppo) pagare una rata considerevolmente più alta (considerazione valevole comunque anche per la surroga) e comunque è specificato anche sul sito della banca, come tu stesso evidenzi che "La rinegoziazione deve essere richiesta alla propria banca ed è soggetta alla valutazione da parte della stessa. In caso di accettazione della richiesta, vengono approvate le nuove condizioni economiche concordate"

Gentile Guru MIRKOSARA, mi qualifico come cliente, immagino tu sia un dipendente visto che prendi le difese della banca...

Punto su punto:

"ma non avevi letto il contratto di mutuo prima di sottoscriverlo ? " , si infatti mi aspettavo una rinegoziazione come scritto a caratteri cubitali, partendo dalle condizioni attuali di mercato, certo.

"la rinegoziazione avviene chiaramente ai tassi vigenti all'epoca in cui questa avviene", nessuna rinegoziazione perché sono stato liquidato velocemente al telefono con la prevista "valutazione" fatta seduta stante; i nuovi Tassi sono quelli da voi imposti, altra soluzione ? la surroga...e chissà che per una volta non prenda seriamente in considerazione questa ed altre soluzioni...

"dovrai (purtroppo) pagare una rata considerevolmente più alta", non è vero, il tasso è più alto delle medie di mercato.

 

 

@Beppe  Posso solo indicarti che per un contatto molto migliore con la persona con cui lo vuoi fare è meglio premere il tasto @ . Dopo averlo premuto si apre una finestrella con i nomi ci chi sta "discutendo" nell'oggetto in questione. Questa indicazione presenterà al nome indicato una segnalazione via "contatto" (che si sceglie nel proprio login) ... così è più rapidamente a conoscenza di avere un messaggio per se stesso.

E poi aggiungo che quì ci parliamo solo tra "clienti di ING" e non con loro dipendenti. Certo che se il GURU @MIRKOSARA  fosse un dipendente di banca non sarebbe sicuramente di ING.

Buonasera @Beppe,

come anticipato da @Pierbanca (che saluto) NON sono dipendente di Ing ne di alcun altro istituto bancario pur avendo competenze in materia derivanti da studi ed esperienze lavorative. Esprimo il mio parere che a volte può sembrare vicino alle posizioni dell'Istituto a volte a quelle del cliente in "scienza e coscienza".

Ciò detto: un contratto (a maggior ragione se ti impegna per molti anni della tua vita) deve essere letto integralmente e non solo quanto indicato a caratteri cubitali (anzi maggior attenzione deve essere posta a quanto scritto con caratteri piccolissimi). Comunque trattandosi di un contratto notarile non dovrebbero esserci differenziazioni nei caratteri. Ti ho chiesto se avessi letto il contratto in quanto certamente li sono indicate in modo specifico le modalità di rinegoziazione.

Ovviamente i tassi da rinegoziare tengono conto degli incrementi subiti in questi anni, simili ma non uguali a seconda da banca a banca.

Io comunque sono il primo a consigliare la surroga ove il tasso e le condizioni praticate sono migliorative. Attento solo a leggere bene il contratto questa volta:smileyhappy:

In bocca al lupo

Grazie ancora, tuttavia il punto non è leggere o meno il contratto, ma il mancato avvio di una negoziazione, trattativa, contrattazione... Ciò che è insito nel significato del termine "RINEGOZIABILE", evidentemente un termine che lascia intendere una opportunità, più che una possibilità remota o addirittura inesistente.