239074membri
151493post
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Rendimento conto arancio

Buongiorno

sono titolare di un conto deposito .. volevo sapere come è possibile che altri conti deposito danno anche il 2,75, mentre ING non da praticamente nulla ?? conviene chiuderlo ?

Grazie

4 RISPOSTE 4

Detto che:

> i rendimenti di cui fai menzione sono frutto di vincoli, spesso pluriennali (e falcidiati, quindi, dall'IDB);

> sia il CA - Conto Arancio che il Deposito Arancio fruttino lo stesso miserrimo interesse e che valgano +/- come depositarli in cassetta di sicurezza, pagando le imposte anziché la tenuta,

ognuno si fa i propri calcoli

Smiley Felice

Conto Arancio,quando l'acquistai nel lontano 2004,rendeva il 3,30%,ora è praticamente a zero,erano altri tempi,ma tieni in considerazione una cosa... e cioè il costo del denaro stabilito dalla BCE,tagliato a zero,e addirittura sottozero per i depositi overnight delle banche presso la stessa BCE,dovuta a molti fattori che sarebbe lungo elencare ora.Oggi,per contrastare l'inflazione,la banca centrale europea stà rialzando i tassi sul costo del denaro in maniera molto aggessiva,sulla falsariga della Fed americana,ciò sta creando le basi per ritorni profittevoli per le banche,che quindi,a mio modesto avviso,riporteranno verso l'alto i rendimenti per i propri correntisti,ci vorrà un po di tempo,ma accadrà.

Ciao @ziolallo5150!

Io ti ho preceduto: aprii il CA già nel maggio 2001, mantenedolo per poco più di una decina d'anni, e beneficiai oltre che del 5,3% iniziale, anche di un 7,3% promozionale (mi pare bimestrale) per nuove liquidità!

 

In questo quinto di secolo, tra cambi di Governi e di valute nazionali, guerre economiche e guerreggiate, pandemie, etc. i Mercati ne hanno viste di situazioni che ci hanno portato, sottolineo in alcuni casi tra cui ING, a pagare per non tenere i soldi nel materasso.

Recentemente mi sono già espresso a tema, manifestando i miei dubbi su di un adeguamento dei tassi creditori, un po' come accade nel panorama dei carburanti, a tutto danno del Consumatore.

 

Tanti anni fa, prima di trovare migliori lidi e forme d'investimento, sollevai la problematica ad ING e - quando ancora alle mail rispondevano chiamandoti a "stretto giro di posta" - un plastico Operatore mi recitò (leggendo) un mantra inerente dei riferimenti di Legge sulla non automatica proporzionalità tra costo del denaro e remunerazione dei Conti/Depositi.

Dopotutto la scala mobile fu abolita trenta anni fa, agli albori della mia attività lavorativa (e pensare che da bambino credevo che i TG si riferissero al mio "gioco del supermercato" Smiley Molto-felice)

 

Tant'è.

Ricordo a chi riconduca l'aritmentica nell'alveo delle discipline filosofiche che, per andare a 0,1 di guadagno, un interesse attivo debba essere almeno del 0,3% lordo.

Premesso che negli ultimi 6 mesi l'Euribor 3/m abbia ripreso circa un punto e mezzo e che il costo del denaro per la BCE sia aumentato quasi in egual misura (1,25%), aspettarsi un passaggio (di ING) dal miserrimo 0,001% lordo al "tasso di galleggiamento" precedentemente citato, lo reputo arduo.

 

Giusto di sfuggita accenno che già da qualche mese talune altre Banche abbiano rimodulato a favore del Cliente (ma sempre nell'ordine dello "zerovirgola") le offerte di vincolo, anche in frazioni minori dell'anno.

 

Per completezza, ricordo che occorrerebbe tenere in conto anche l'inflazione che, anche dopo i draconiani interventi di Francoforte, si aggiri più verso la "doppia cifra" che la "cifra 2" anelata dalla BCE.

E' risaputo che investimenti che compensino l'inflazione siano possibili, ma reputo che lo "sgranocchiare, mordere e mangiare" tali Prodotti non sia per l'Investiore medio, me compreso.

 

Buon fine settimana.

 

A margine, @Doris, esprimiti pure con parole tue...