236792membri
147594post
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Donazione immobile al coniuge cointestatario mutuo già in essere

Buongiorno a tutti, io e mia moglie stiamo valutando l'acquisto di un secondo immobile, per poter ottimizzare le spese della compravendita stiamo valutando di effettuare la donazione della quota della prima casa da me posseduta facendo diventare mia moglie proprietaria esclusiva della prima casa. La mia domanda è questa: in caso di donazione dell'immobile al coniuge, essendo già stato stipulato un mutuo di liquidità cointestato ad entrambi, c'è l'obbligo, in caso di donazione, di estinguere anticipatamente il capitale residuo del mutuo?

11 RISPOSTE 11

Per me sì, stante il cambio di proprietario.

Ma è domanda più da porre ad ING o è da sperare che qualcun altro Cliente come noi ci sia già passato (ed a memoria non ricordo)

Grazie, per quello che ho letto in giro.....CREDO....si possa fare (anche se restano i vincoli e gli obblighi su entrambi), se qualcuno ha avuto esperienza diretta sarei più tranquillo e potrei "muovermi" più serenamente.

Ma una telefonatina ad ING?

@Prometeo81 una domanda candida : in che maniera la banca , a cui te e tua moglie pagate regolarmente il mutuo , viene a sapere dell'avvenuta donazione della tua parte a lei e in che maniera ciò le interessa ? 

Per quello che ho letto....mi sembra aver capito che qui siete quantomeno più tempestivi ma se non trovò risposta, mi toccherà fare una o più chiamate

Ho già una domanda alla quale non trovò risposta, non mi sono preoccupato se alla banca interessa o lo scopra, ho necessità prima di tutto di capire se è "fattibile" per la banca stessa e quindi se può in qualche modo opporsi prima o dopo la stessa donazione

@Prometeo81 mi sembrava che le due cose fossero due facce della stessa domanda comunque capisco il tuo punto di vista. 

No @Prometeo81 non è necessario 

Se il fabbricato è gravato da ipoteca derivante dal mutuo la setssa continuerà a sussistere a garanzia delle obbligazioni contratte (L'ipoteca è una garanzia reale che "segue" il bene anche se successivamente viene venduto o donato a terzi, e resta a garanzia del creditore fino a quando non viene pagato interamente il debito. Quindi nulla vieta la circolazione degli immobili ipotecati, a patto che il soggetto che diverrà titolare del bene accetti il rischio di perderlo se il debitore originario non versa quanto dovuto al soggetto in favore del quale è stata iscritta l'ipoteca, ossia l'istituto di credito. Di conseguenza la banca non potrò opporsi all'eventuale trasferimento dell'immobile, dal momento che, come detto, anche cambiando proprietario  non perde il diritto di espropriarlo e metterlo all'asta se non vengono pagate le rate del mutuo. In sostanza in questo caso l'unico soggetto che potrà avere ripercussioni negative è il nuovo proprietario.).

Il mutuo continuerà ad essere pagato da entrambi i coniugi. Se il soggetto beneficiario di donazione volesse accollarsi la quota parte del mutuo dell'altro coniuge dovrà avere preventiva e propedeutica autorizzazione della banca.

 

@Prometeo81 quindi mi sembra che @MIRKOSARA  in maniera molto dettagliata abbia illustrato ciò che io condensavo nella domanda 'e in che maniera ciò le interessa ? ( a ING ). Risposta : non le interessa se le sue aspettative ( di avere i soldi ) sono soddisfatte. .