annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Incongruenza tassi mutuo con ausilio del consulente

Mirko80

Mirko80

Apprendista

Buongiorno a tutti,

qualche mese fa la mia compagna ha avviato una pratica di richiesta mutuo con l'ausilio di un consulente ING, richiesta accettata e perizia eseguita. Dopo varie lungaggini (non dipendenti dalla banca) si è arrivati a circa metà marzo; i preventivi proposti durante questo periodo erano esattamente uguali a quelli che si ottenevano in autonomia sul sito. Qualche giorno fa, dopo aver fatto le dovute valutazioni, decidiamo di procedere e, alla ricezione del nuovo preventivo fornitoci dal consulente, aggiornato ai tassi attuali, scopriamo che il preventivo presenta tutti i tassi maggiorati di circa lo 0,10% rispetto alla simulazione online.

Alla richiesta di spiegazioni ci viene detto che, secondo nuove disposizioni, facendosi seguire da un consulente viene applicata questa maggiorazione. Ad una nostra ulteriore richiesta di spiegazioni tramite servizio clienti ci viene detto che loro si occupano solo dei mutui in essere e non sono a conoscenza di questa variazione e ci rimandano al consulente che nuovamente ci conferma, dopo aver ulteriormente interpellato la direzione, che le cose stanno così.

Siamo rimasti basiti perché:

1) Il mutuo è a tasso variabile; con quella maggiorazione, applicando il tasso odierno, a fine mutuo pagheremmo circa 5000 euro in più per esserci fatti seguire dal consulente...se poi il tasso dovesse salire ovviamente tutto varia in proporzione.

2) Non ho mai sentito che una banca faccia pagare le consulenze; potrebbe avere senso "una tantum" come già sono le spese di istruttoria ma una cifra variabile non credo sia una cosa comune.

3) Sul sito non c'è scritto nulla al riguardo (o perlomeno noi non siamo riusciti a trovare alcuna informazione in merito); se non avessimo fatto il confronto online e chiesto spiegazioni non avremmo mai scoperto questa cosa.

Visto che il nostro consulente non sa dirci nulla più di "è così" (e noi non abbiamo ragione di dubitare che queste siano le uniche informazioni a sua disposizione in quanto si è sempre dimostrata una persona molto disponibile e trasparente) vorremmo capire come è possibile che il cliente venga informato di questa cosa a pratica già in corso dopo addirittura aver eseguito la perizia. L'alternativa che ci è stata prospettata è di cestinare la pratica e di muoverci in autonomia online; questo significherebbe attendere di nuovo l'approvazione ma, cosa peggiore, rifare una nuova perizia che potrebbe anche avere un valore differente e complicare le cose.

Ci piacerebbe ricevere una spiegazione da ING o da qualche utente che ne sappia qualcosa in più; è lecito che si possa o meno essere d'accordo con la politica della banca ma l'utente deve conoscere le condizioni PRIMA di iniziare una pratica e non a pratica in corso scoprire (per caso) che sono cambiate le cose.  

Con il mutuo in essere presso ING non ci sono mai stati problemi ma prima di decidere se affidarci ancora a ING vorremo una risposta ufficiale a questo cambio di carte in tavola privo di preventiva comunicazione perchè ai nostri occhi la banca ha perso molti punti con questa mossa.

Un saluto a tutti.

 

7 RISPOSTE 7
Gabriele

Gabriele

Guru

Ciao @Mirko80,

senza voler minimamente entrare nel merito della tua lamentela, ti faccio solo presente che le Banche siano Istituti di diritto privato e che, con la "magra" del momento, stiano +/-  tutte raschiando il barile (basterebbe confrontare l'offerta di un decennio fa con l'attuale): pertanto lo stipendio del consulente pare che lo debba pagare il Cliente (probabilmente quella è la sua unica provvigione).

Altre banche fanno pagare le operazioni in Filiale più di quelle on-line.

 

Scritta la mia ipotesi, qualora volessi una risposta quantomeno ufficiale, ti consiglio di formalizzare un reclamo, quantomeno per la mancanza di trasparenza (situazione che potrebbe interessare, in seguito alla replica, anche gli Organi competenti, non ultima Bankitalia)

AnnaMaria_ING

AnnaMaria_ING

Community Manager

Ciao @Mirko80,
ho letto il tuo messaggio e premetto che le condizioni riportate in sede di preventivo riportano sempre la validità delle stesse, specificando la data entro la quale le richieste di mutuo devono essere stipulate. All'interno del documento "Informazioni Generali" disponibile e consultabile sul nostro sito sono inoltre dettagliate le caratteristiche dei mutui offerti e le voci di costo a carico del richiedente.


Tornando alla tua segnalazione, mi preme ricordare che Community Arancio è uno spazio di condivisione fra clienti, non un canale di assistenza diretto con la Banca, e noi moderatori non abbiamo modo di entrare nello specifico delle pratiche avanzate dai clienti, ma eccezionalmente possiamo richiedere maggiori approfondimenti ai colleghi delle aree competenti.


In considerazione di quanto da te esposto, ti invito quindi a scrivermi maggiori dettagli in privato, cliccando sulla bustina a fianco al tuo avatar.


Colgo infine l'occasione per ricordare a tutti che l'invio di un reclamo formale, di cui ogni cliente insoddisfatto può avvalersi, richiede, come previsto dalla normativa, delle tempistiche e delle formalità che spesso non si conciliano con la necessità di ricevere un immediato riscontro ad una determinata problematica.

 

Buona giornata,

AnnaMaria_ING

Mirko80

Mirko80

Apprendista

Ciao @Gabriele,

la mia lamentela non riguarda nè gli importi e nemmeno il fatto che la banca paghi una provvigione ad un consulente; se nelle informazioni generali ci fosse scritto qualcosa come "Le spese di consulenza comportano una maggiorazione dello 0,1% del tasso" sono libero di scegliere se procedere o meno in base alle mie volontà/possibilità; il problema è che questa cosa non è scritta da nessuna parte nè tantomeno ci è stata comunicata verbalmente o per forma scritta; lo abbiamo scoperto confrontando il preventivo finale con la simulazione online. Per quanto mi riguarda la banca può chiedere anche 1 milione di euro di spese di consulenza, è un suo diritto come è mio diritto saperlo prima di procedere con una qualunque pratica. Ti ringrazio del consiglio;  la mia intenzione non è fare un reclamo ma capire dove è stata l'incomprensione ed eventualmente far sì che in futuro altri possano evitare di incappare in fraintendimenti del genere.

 

 

 

Mirko80

Mirko80

Apprendista

Ciao @AnnaMaria_ING ,

innanzitutto ti ringrazio della disponibilità.

Proprio nelle informazioni generali non ho trovato riferimento a suddetta problematica, da qui il mio disappunto.

Non ritengo necessario scrivere in privato, proprio perchè è una community destinata ai clienti io penso che, almeno in casi come questo in cui una delle due parti non ha compreso/omesso qualcosa, sarebbe opportuno proseguire qui un con un eventuale chiarimento (se possibile).

Se la cosa è sfuggita a noi quando abbiamo letto le informazioni generali allora qualche altro utente può trovare utile sapere che è tutto scritto là e io mi compro un paio di occhiali nuovo, diversamente diamo la possibilità alla banca di fare una rettifica ed evitare in futuro situazioni spiacevoli che, ci tengo a precisarlo, sono convinto non siano state create in modo intenzionale.

Il mio voler scrivere qua è solo perchè le risposte ottenute finora sono state a dir poco "nebulose" pertanto riformulo qua le mie domande sperando che i tuoi colleghi possano attingere ad informazioni più esaudienti:

Facendosi seguire da un consulente a quali spese si va incontro rispetto a procedere in autonomia?

Se vi è una differenza allora chi (banca, consulente) deve informare il cliente e in che modo?

Il cliente trova già scritto nelle informazioni generali l'eventuale differenza di spesa oppure è scritto in qualche altro documento?

Ti ringrazio e ti auguro una buona giornata.

 

 

Mirko80

Mirko80

Apprendista

Buongiorno,

visto che tramite i canali convenzionali di ING non siamo ancora riusciti ad ottenere nessuna risposta se non il venir rimbalzati dal call center al consulente e di conseguenza al suo responsabile che sembrano saperne quanto noi, volevo riportare in vista le mie domande...non che cambi molto visto che stiamo procedendo col mutuo ma, dato che si sta pagando una bella cifretta in più, a questo punto diventa una questione di principio.

Magari qualche utente che ci è già passato saprà fornire le risposte alle mie domande ed io sarò felice di comunicare al nostro consulente e al suo responsabile come funziona la banca per la quale lavorano...sperando che al prossimo cliente venga comunicato l'aggravio di costi PRIMA di avviare la pratica come ritengo sia lecito aspettarsi...

Klamath30

Klamath30

Apprendista
Ciao, io da una rata di 378 euro, ora ne devo pagare ben 400, devo ancor ben capire senza ci sono queste spese di consulenze. La convenienza del mutuo arancio si è andata a farsi benedire, con un taeg che ha raggiunto ormai il 3%
AnnaMaria_ING

AnnaMaria_ING

Community Manager

Ciao @Mirko80,
torno sulla tematica da te sollevata per fornire ulteriori chiarimenti di carattere generale, che confido possano soddisfare le tue domande.

 

Mutuo Arancio può essere richiesto in modalità digitale accedendo direttamente sul nostro sito; in tal caso, le condizioni offerte sono indicate nella documentazione informativa generale messa a disposizione sul sito stesso. In modalità digitale, il cliente può autonomamente procedere con il caricamento dei documenti richiesti e monitorare lo stato di avanzamento della sua pratica, avendo comunque a disposizione un esperto a supporto e disponibile tramite email e telefono.

 

Il cliente può richiedere un mutuo anche tramite il supporto di un agente, in tal caso le condizioni sono differenti e vengono dettagliate nella documentazione informativa generale che l’agente fornisce in fase precontrattuale.

 

Ciò premesso e non avendo in questa sede la possibilità di entrare nello specifico della pratica in questione, la richiedente del mutuo potrà inoltrare qualsiasi ulteriore approfondimento, contattando il suo agente di riferimento.

 

Buon pomeriggio,

AnnaMaria_ING

Tutorial