236632membri
147414post
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

BREXIT

Tra gli avvisi di un'altra Banca di cui sono Cliente (e, sottolineo, non per forza da trasportare integralmente in ING) si apprende:

<<<

Dal 1° febbraio 2020 la Regno Unito si è ritirata dall'Unione Europea ed è diventata un “paese terzo”. L'accordo di recesso prevede un periodo di transizione che termina il 31 dicembre 2020 decorso il quale la Regno Unito manterrà la propria partecipazione ai Paesi dell’Area SEPA, ma non è più applicabile il regolamento che determina commissioni comuni sui pagamenti all’interno dell’Unione.

Pertanto, a partire dall’1 gennaio 2021 ai pagamenti SEPA da e verso la Regno Unito che potranno essere disposti saranno applicate le condizioni economiche per i pagamenti da e verso i Paesi già rientranti nell’Area SEPA non appartenenti all’Unione Europea ed allo Spazio Economico Europeo.

Troverai maggiori informazioni nell’estratto conto di Dicembre.

>>>

 

Ecco le news:

 

<<<

Il 31 dicembre u.s. è terminato il periodo transitorio collegato alla uscita ufficiale, dal 31 01.2020, del Regno Unito dall’Unione Europea.
Dal 1° gennaio 2021il Regno Unito, mantiene solo la propria partecipazione ai Paesi dell’Area SEPA (1), avendo lasciato l’Unione Europea (UE) senza aderire allo Spazio Economico Europeo (EEA).
Si trova quindi nella medesima situazione di Principato di Monaco, San Marino, Svizzera, Dipendenze della Corona Britannica (Guernsey, Jersey, Isola di Man) e, dal 1.03.2019, Principato di Andorra e Città del Vaticano.
I pagamenti mediante bonifico e SEPA Direct Debit da e verso il Regno Unito sono ora regolati - per quanto previsto - nella Parte relativa alle operazioni con Paesi dell’Area SEPA (non Paesi UE né altri Paesi EEA) delle Norme per la prestazione di servizi di Pagamento - di cui al D.Lgs. n. 11/2010, come modificato ed integrato in attuazione della DIRETTIVA (UE) 2366/2015 (cd. PSD2 ) - che costituiscono parte integrante delle Condizioni Generali di contratto del rapporto qui rendicontato; parimenti ai pagamenti da e verso il Regno Unito sono applicate – con riferimento a quanto previsto - le condizioni economiche già applicate ai corrispondenti pagamenti da e verso i Paesi già rientranti nell’Area SEPA non appartenenti all’Unione Europea ed allo Spazio Economico Europeo.
(1) L’Area SEPA comprende quindi attualmente i 27 Paesi dell’Unione Europea (compresa l’Italia), l’Islanda, la Norvegia, il Liechtenstein (altri Paesi aderenti allo Spazio Economico Europeo – EEA), nonché Principato di Monaco, San Marino, Svizzera, Regno Unito e Dipendenze della Corona Britannica (Guernsey, Jersey, Isola di Man), Principato di Andorra e Città del Vaticano.

>>>

 

 

3 RISPOSTE 3

Ciao @Gabriele in pratica,

quell'istituto di cui sei cliente (forse ne sono paziente anche io, devo controllare)

ti avvisa che con l'anno nuovo in virtù dello strappo della manica,

preparati a mettere in conto il pagamento di un altro servizio.

Vorrà dire che con l'anno nuovo alcuni avremo u  conto nuovo Smiley Molto-felice

Io intendo mantenere lo status di costi pari a zero tondo

(anche se il riferimento in questione porta dritto a satana, di cui non sono paziente) Smiley LOL

Ciao @Padrone,

ritengo l'avviso d'interesse solo per chi abbia operazioni da eseguire verso Albione.

 

Il mio post, comunque, era più che altro per vedere se, come e quando anche ING avesse intenzione di comunicare altrettanto ai propri Clienti Smiley Strizza l'occhio

@Gabriele  più che altro ti ringrazio per avermi fatto conoscere il nome Albione

questa non la sapevo.

 

per quanto riguarda le comunicazioni bancarie, quelle arrivano ognuna a modo proprio,

ogni istituto si fa le regole e le professa universali,

so per esperienza che chi anticipa le comunicazioni deve aumentare qualche costo,

io, inizio a cercare un altro c\c, Smiley Molto-felice