annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

ETF ( VARIE )

REXLEX

REXLEX

Guru

Chi opera nel Trading in ETF spesso vede la sigla UCITS nella denominazione del titolo indipendentemente da chi sia l'emittente. Unisco questo interessante articolo di JustETF ( una delle bibbie insieme a MorningStar ) di spiega al proposito.

61 RISPOSTE 61
REXLEX

REXLEX

Guru

Agli atti ricordando che UCITS sta per Undertakings for the Collective Investment of Transferable Securities.

Kantor

Kantor

Specialista

Ciao @REXLEX ,

scusami se sono un pò off-topic ma volevo sfruttare la tua conoscenza in ambito ETF. Io ho sempre trattato solo fondi e titoli azionari e volevo avvicinarmi anche agli ETF visto il gran parlare che se ne fa. Potresti sinteticamente indicare quali sono i punti di forza degli ETF rispetto a fondi e azioni e gli svantaggi, se ce ne sono. Ovviamente non ti chiedo di suggerire qualche ISIN in particolare, però magari se potessi indicare quale categoria secondo te e' più appetibile. E' ovvio che potrei attingere al mare magnum di Internet per ottenere queste informazioni ma tu puoi fornire sicuramente un'esperienza diretta.

Ovviamente se ti va e se ciò non contravviene alle regole del forum

Grazie in anticipo

REXLEX

REXLEX

Guru

Ciao @Kantor , rispondo molto volentieri alla tua richiesta che è più che pertinente non foss'altro perché ING tratta gli ETF come altri prodotti finanziari. Ho conosciuto gli ETF tre anni fa nell'ambito di un corso di Borsa & Finanza e da quel momento sono diventati l'asset dove al momento investo la maggior parte del mio portafoglio . Precedentemente ho sempre trattato azioni , BTP e conti depositi . Hai ragione sul gran parlare che se ne fa perché in pochi anni hanno attratto l'attenzione del pubblico degli investitori sottraendo ampie quote di investimenti ad altri asset ed in particolare ai fondi attivi . La ragione fondamentale che li distingue dai fondi cosiddetti attivi , attivi perché sono gestiti da persone che li compongono e ne adeguano più o meno spesso composizione e peso dei singoli asset , risulta essere il fatto che riproducendo in maniera fisica o derivata un qualcosa preso a riferimento , di solito un indice , non richiedono un'attività di gestione e quindi il costo degli ETF risulta essere molto più basso ed anche molto più chiaro di quello di un fondo attivo. In pratica ammesso che il fondo attivo riesca ad ottenere un margine come minimo il primo 2% di questo , e potrebbe essere ben di più anche perché spesso nei contratti vi sono insidie costituite da costi occulti , sarà sempre e comunque assorbito dal costo di gestione del fondo. In anni di grandi guadagni uno può non farci caso ma in altri anni sono percentuali che pesano se non addirittura si sommano alle perdite di un fondo se questi ha una performance negativa. Gli ETF , detti anche fondi passivi , hanno invece costi di gestione molto contenuti , dallo 0,20 al 070% tutto compreso ed è difficile che si vada oltre  , per cui già quello li rende interessanti. Può un ETF battere l'indice di riferimento che tende a riprodurre in un rapporto 1 a 1 ? no ma solo di quel delta del costo di cui sopra . Mentre molto spesso i fondi attivi , zavorrati dai loro alti costi di gestione , non riescono a far meglio dell'indice di riferimento anche perchè sono frutto di scelte e le scelte si possono sbagliare mentre nell'ETF l'unica scelta che compi è il settore su cui vuoi puntare non il singolo asset. Ma non solo : in pratica qualsiasi grande tipologia di asset è a tua disposizione e in ciascun asset hai la possibilità di scegliere tra specifici settori e sub settori in ogni parte del mondo.  Vuoi comprare quote di un ETF sulle sole aziende sanitarie americane ? puoi farlo . Uno che prende a riferimentol'indice delle 300 più importanti aziende cinesi ? uno che prende a riferimento l'indice delle grandi aziende di logistica & Ecommerce del mondo ? c'è. Un ETC sull'indice del prezzo del palladio ? c'è  In pratica passi dall'orto sotto casa al mondo. Puoi addirittura comprare ETF che shortano il mercato per cui se il mercato va male tu guadagni e viceversa ( e magari a leva x2 o x4 ). 

A titolo prudenziale , per una questione di liquidità , a parità di ETF ( ve ne sono magari diversi tra cui scegliere che trattano tutti lo stesso indice emessi da società diverse ) io opto sempre per quello a maggior capitalizzazione ( ci sono ETF da 4/5 miliardi di dollari in cui c'è sempre chi compra e chi vende ) 

Riassumendo gli aspetti positivi : bassi costi di gestione ( già compresi nel prezzo a cui compri / vendi ) , infinite possibilità di scelta , mercato molto ampio e internazionale. 

Aspetti negativi : il buon legislatore italiano ha pensato bene di rendere non compensabili le minus valenze da azioni con le plus valenze da ETF/ETC ( ti rimando alle famose tabelle che dicono cosa compensa cosa ).

Per cui se guadagni con un ETF ci lasci il 26% di imposte .

Ovviamente mentre nel fondo attivo il risparmiatore scarica ( e paga ) sul gestore la responsabilità delle scelte qui le scelte le devi fare tu sulla base di ciò che sai , di ciò che leggi . Notizie economiche , finanziare , politiche , sociali partecipano chi più e chi meno alla formazione di ipotesi. Con l'aggiunta ogni tanto di qualche cigno nero ovvero il fatto assolutamente imponderabile che fa saltare tutto ( il Covid per esempio ).

Direi in generale di puntare sugli USA ( Nasdaq 100 ) e sulla Cina , l'Europa ha sempre contato poco e Milano niente. 

Li compri nel Trading come normali azioni con le stesse commissioni e le stesse modalità.

Comincia con uno e poi vedi se ti convince.

Siti da consultare : JustETF e MorningStar

 

 

REXLEX

REXLEX

Guru

@Kantor confermami di aver letto , grazie

Kantor

Kantor

Specialista

Ciao @REXLEX ,

si si ho letto con attenzione ieri sera ma solo ora ho potuto rispondere. Che dire, grazie per la solita illuminante testimonianza, non avevo dubbi che potevi sintetizzare al meglio ciò che ti chiedevo. Ho provato ieri ad acquistare un ETF come anche da te suggerito ma l'acquisto non è andato a buon fine e non capivo perchè fino a quando stamattina ho visto in un altro post che ci sono stati problemi con la piattaforma. Ritenterò...

Grazie di nuovo

REXLEX

REXLEX

Guru

@Kantor con quale ETF ( Isin ) hai iniziato/inizierai la tua avventura ? 

Kantor

Kantor

Specialista

Ciao @REXLEX ,

avevo pensato a IE00BK5BCD43 che è un pò anche il mio settore

REXLEX

REXLEX

Guru

@Kantor spesso si tende verso ciò che si conosce anche perché si sa valutare le eventuali notizie future del settore. ETF recente ( 2019 ) , ad oggi grande performance , costi 0,49 % in linea con i costi degli ETF , dimensione piuttosto contenuta  ( 125 mio US ) ma è giovane. Non distribuisce dividendi ma accumula , fa base su aziende americane. Fammi poi sapere se sei entrato anche tu in questo comparto. 

REXLEX

REXLEX

Guru

@Kantor ho preso una manciata di quell'ETF di cui parlavi. Mi è sembrata una buona idea.

SuperUsers del mese